16/06/2018

Il futuro ha un cuore antico - Giornata regionale della donazione del sangue

Il futuro ha un cuore antico - Giornata regionale della donazione del sangue

16 GIUGNO 2018 ore 9:00 Istituto degli InnocentiPiazza della Santissima Annunziata, 12Firenze   Scarica il programma []

12/04/2018

ASSOCIAZIONI DELLA DONAZIONE E DEL TRAPIANTO DI ORGANI, TESSUTI E CELLULE: CHI SIAMO E QUALI SONO I NOSTRI PROGRAMMI

ASSOCIAZIONI DELLA DONAZIONE E DEL TRAPIANTO DI ORGANI, TESSUTI E CELLULE: CHI SIAMO E QUALI SONO I NOSTRI PROGRAMMI

Palazzo Strozzi Sacrati - Sala Pegaso Piazza Duomo, 10 – Firenze 12 aprile 2018 ore 15.00 14.45 Accoglienza partecipanti 15.00 Apertura dell’incontro []

30/03/2018

Costituzione di una graduatoria per il conferimento di incarichi libero professionali per Collaboratore Professionale Sanitario Ostetrica/o

In seguito alla delibera Giunta Regionale Toscana N° 415 del 18/4/17 che attribuisce finanziamenti alle associazioni di volontariato del settore donazione []

10/03/2018

Giornata Internazionale della Donna

Giornata Internazionale della Donna

Adisco Toscana alla Giornata Internazionale della Donna organizzata da Centro Italiano Femminile di Fucecchio []

17/06/2017

Giornata regionale della donazione del sangue

Giornata regionale della donazione del sangue

17 GIUGNO 2017 ore 9:00 Centro per l'arte contemporanea Luigi Pecci Viale della Repubblica, 277 Prato  []

21/03/2017

La donazione di sangue cordonale. Passato, presente e futuro

La donazione di sangue cordonale. Passato, presente e futuro

MARTEDI’ 21 MARZO 2017 Ore 15.30Grand Hotel Palazzo Viale Italia 195Livorno Relatrici  Dr.ssa Patrizia UrciouliResponsabile Banca sangue cordonale Azienda ospedaliera pisana Dr.ssa Silvia Ceretelli []

18/06/2016

SAVE THE DATE! Giornata regionale della donazione del sangue

SAVE THE DATE! Giornata regionale della donazione del sangue

18 giugno 2016 ore 9.00 Gran Teatro Giacomo Puccini Via delle Torbiere Torre del Lago Puccini (LU) []

12/05/2016

Artigianato e Palazzo - 12/15 maggio 2016

Artigianato e Palazzo - 12/15 maggio 2016

Giardino Corsini via della Scala, 115 - Firenze []

12/03/2016

Concerto per piano del Maestro Goffredo Orlandi

Concerto per piano del Maestro Goffredo Orlandi

Terme Excelsior, Montecatini Terme - ore 16 []

28/11/2015

Mercatino di Natale - 28 e 29 novembre, Sala Ex Leopoldine piazza Tasso Firenze

Mercatino di Natale - 28 e 29 novembre, Sala Ex Leopoldine piazza Tasso Firenze

Con la collaborazione del Consiglio di Quartiere 1 sabato 28 novembre 2015ore 10.00 - 19.00 domenica 29 novembre 2015 ore10.00 -19.00 Sala Ex []

26/09/2015

Salute e medicina di genere: valore, pluralità, differenze ... e a Prato un ospedale a misura di donna

Sabato 26 Settembre 2015 Nuovo Ospedale di Prato S. Stefano - Sala del Cembalo  Programma 09:00 Saluti ed introduzione al seminario Paolo Morello Marchese, []

25/09/2015

Il CESVOT al Festival della Salute

Donare per cambiare... il mondo. Lezione con le scuole Gli studenti di alcune scuole secondarie di primo grado della Toscana saranno []

04/06/2015

Mercatino ADISCO Toscana

Mercatino ADISCO Toscana

Via Cairoli, 8 - Prato Dal 4 al 6 giugno, dalle ore 10 alle ore 19, a fronte di un'offerta potrai avere []

01/05/2015

Sostieni ADISCO destinando il 5x1000

Sostieni ADISCO destinando il 5x1000

CODICE FISCALE 92042420486 oppure facendo una donazione in banca (IBAN IT 95 U 01030 21500 00000 6198362)  []

Caricamento video...

La donazione

Scopriamo quali sono i dubbi più frequenti circa la donazione e le risposte di esperti e volontari del settore.

Cosa è necessario fare per donare il sangue del cordone ombelicale?

Per donare il sangue del cordone ombelicale è necessario essere in buone condizioni di salute, in modo tale da minimizzare il rischio di trasmettere malattie al ricevente. Come per le donazioni di sangue, esistono condizioni cliniche e comportamenti a rischio che ne precludono l’effettuazione.

Alcuni criteri riguardano l’esistenza di varie patologie a carico dei genitori e/o famigliari: vengono rilevati con criteri anamnestici mediante dettagliati questionari clinici compilati dal personale sanitario durante il colloquio d’intervista con la donatrice. Altri criteri di esclusione alla donazione sono di natura ostetrico/neonatale e vengono valutati dal personale medico e ostetrico durante la gestazione e almomento del parto:

  • gestazione superiore a 38 settimane;
  • rottura delle membrane superiore a 12 ore;
  • febbre della madre superiore a 38° al momento del parto;
  • malformazioni congenite del feto;
  • stress fetale

Cos’è il “consenso informato alla donazione”?

Per autorizzare il personale medico a effettuare la raccolta del sangue cordonale è necessario che la coppia donatrice sottoscriva un documento nel quale dichiari la disponibilità a conservare gratuitamente il campione presso la Banca pubblica collegata al centro di prelievo e, soprattutto, ad acconsentire alle indagini di laboratorio e test genici previsti dalla legge per accertarne l’idoneità a scopo terapeutico o per l’utilizzo a scopo di ricerca.

Quali sono le indagini richieste e quando occorre farle?

Una volta espresso il proprio consenso alla donazione presso la struttura abilitata alla raccolta, saranno gli operatori stessi ad introdurre la futura mamma nel percorso, completamente a carico del Servizio Sanitario Nazionale e che prevede:

  • colloquio con medico o personale ostetrico opportunamente formato dalla Banca del Sangue Cordonale per la compilazione del questionario anamnestico sulle condizioni di salute generali;
  • prelievo del sangue per l’esecuzione degli esami di legge obbligatori per la donazione del sangue al momento del parto;
  • controllo a 6/12 mesi dal parto (su chiamata diretta da parte della struttura) dell’anamnesi della madre e del piccolo donatore con ripetizione degli esami di legge obbligatori sulla mamma per validare definitivamente il campione prelevato.

Come avviene la raccolta?

Al momento del parto, sia vaginale sia cesareo, quando il cordone è già stato reciso e il neonato è stato allontanato dal campo operativo, senza procurare alcun rischio o sofferenza alla madre o al neonato.
La raccolta è eseguita da personale ostetrico addestrato secondo metodiche standard, mediante sacche apposite monouso, dotate di dispositivi di sicurezza per l’operatore e di sistemi a circuito chiuso per il campionamento, per assicurare l’integrità della sacca e la sterilità del prelievo.
Dopo la raccolta le unità di sangue cordonale vengono etichettate con codici a barre per garantirne la “tracciabilità” (nel massimo rispetto della privacy) futura in sede di “bancaggio” e inserimento del campione del registro donatori. Il trasporto alla Banca avviene entro 36 ore dal prelievo dentro appositi contenitori che assicurino l’integrità e la purezza (assenza di agenti infettivi endogeni).

Posso utilizzare il sangue del cordone ombelicale di mio figlio per curare il fratello?

La legge italiana consente l’utilizzo personale del sangue di cordone ombelicale raccolto da neonati fratelli di pazienti affetti da patologie potenzialmente curabili con il trapianto di progenitori emopoietici (donazione dedicata).
Per valutare l’opportunità di attivare la procedura di raccolta di unità dedicata di SCO del nascituro, fratello/sorella del consanguineo malato, il medico specialista che segue il piccolo paziente può mettersi direttamente in contatto con il Responsabile Medico della Banca territoriale.
In questi casi viene attivata una reperibilità che consente di poter gestire l’unità raccolta, indipendentemente dal giorno e dall’orario del parto.

Estratto da articolo di Gloria Pravatà - Roma